Nando Dalla Chiesa © CC BY-SA 3.0 Niccolò Caranti WC

Nando Dalla Chiesa © CC BY-SA 3.0 Niccolò Caranti WC

Anche nel 2020 Nando dalla Chiesa, professore e sociologo, sarà presente a Berlino per una serie di eventi organizzati durante il mese di gennaio da Mafia, nein Danke.

Nando dalla Chiesa è professore ordinario di Sociologia della criminalità organizzata presso l’Università degli Studi di Milano, dove ha fondato l’Osservatorio sulla Criminalità Organizzata – Cross e i corsi di studio e di dottorato in Sociologia della criminalità organizzata. Attualmente presiede la “Libera Cathedra Giovanni Falcone e Paolo Borsellino” presso la Alta Escuela di Ciudad de México. Presidente onorario dell’associazione Libera Contro le Mafie, è uno degli esperti più riconosciuti in Italia e all’estero sui temi delle mafie e dell’antimafia. Oltre alle attività accademiche, il Prof. Dalla Chiesa scrive regolarmente per Il Fatto Quotidiano e ha scritto inoltre numerosi libri di analisi e denuncia del fenomeno mafioso, tenendo lezioni sull’argomento a livello nazionale ed internazionale.

Rosso Mafia - La 'Ndrangheta a Reggio Emilia © Bombiani editore

Rosso Mafia – La ‘Ndrangheta a Reggio Emilia © Bombiani editore

Il prof. Dalla Chiesa durante la sua presenza berlinese sarà impegnato in lezioni e incontri con temi che varieranno dalla letteratura italiana di fine Novecento alla lotta alla mafia. Sarà inoltre l’occasione per la presentazione del suo ultimo libro “Rosso Mafia. La ‘ndrangheta a Reggio Emilia” scritto insieme a Federica Cabras ed edito da Bompiani.

Federica Cabras è dottoranda in Studi sulla criminalità organizzata presso l’Università degli Studi di Milano. Dal 2014 collabora con l’Osservatorio sulla Criminalità Organizzata – Cross. Coautrice del libro “Rosso Mafia. La ‘ndrangheta a Reggio Emilia” e di rapporti di ricerca per la Commissione parlamentare antimafia e per la Commissione europea. È cultrice della materia in Sociologia della criminalità organizzata e tutor in Criminalità economica e finanziaria.

Tutti gli eventi si svolgeranno in lingua italiana, quello all’IIC con traduzione simultanea dall’italiano al tedesco.

Bauhaus: signori, si chiude

Articolo precedente

Alla Lacke & Farben di Berlino l’italianità è in mostra

Articolo successivo

Ti potrebbe piacere anche

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *