Il fascistometro si sa, è roba da adolescenti di ritorno che sognavano la rivoluzione e invece hanno trovato un oceano di depressione. Ravanare nelle latrine della storia perché non si ha nulla da dire sul contemporaneo non è soltanto idiota, ma infinitamente triste. Molto meglio andare alla ricerca dei lati veramente grotteschi di questa umanità ormai allo srotolo finale. E allora coraggio, fate il test e scoprite quanto suprematismo morale c’è in voi! Se siete d’accordo con le affermazioni elencate qui sotto marcate un punto, altrimenti zero. E se il calcolo dovesse risultare troppo impegnativo per le vostre testoline a carciofo, care giovani marmotte del politically correct sappiate che è ammesso l’uso della calcolatrice.

  • Le frontiere sono uno strumento di oppressione nazional-populista-colonialista e vanno rimosse, ma solo quelle dei Paesi occidentali.
  • Junker è ammirevole per la sua sobrietà.
  • La Germania può permettersi di non rispettare i parametri economici europei perché è la Germania.
  • La Francia può permettersi di non rispettare i parametri economici europei perché ha vinto il mondiale di calcio.
  • L’Italia non può permettersi di non rispettare i parametri economici europei perché è mafiosa, corrotta, pigra e cialtrona. E poi c’è Salvini.
  • Se un bianco molesta una donna si chiama stupro, se un migrante violenta una donna molto probabilmente si tratta di un malinteso culturale oppure lei aveva andava in giro in minigonna invece di indossare il velo, e comunque non è il caso di parlarne troppo che altrimenti si diventa razzisti.
  • La scrittrice Michela Murgia è molto intelligente.
  • Lo scrittore Edoardo Albinati è molto coraggioso.
  • Salvini è Hitler, Di Maio è Rudolf Hess, Conte è Galeazzo Ciano, Saviano è un eroe antifascista & antirazzista, i migranti sono i nuovi ebrei e Domenico Lucano è Schindler’s List.
  • Sinistra, purché neoliberista, globalista e immigrazionista no limit, buona; tutto il resto cattivo.
  • Lo “Spiegel” e “La Repubblica” sono due esempi di autorevoli istituzioni giornalistiche il cui unico scopo è quello di informare correttamente i lettori. Se tutti i giornali, a partire da questo qui, prendessero esempio da loro il mondo sarebbe un posto migliore.
  • È urgente stilare una lista delle parole da “allontanare” dall’uso quotidiano per non peccare di razzismo, fascismo, maschilismo, sessismo, omofobia, islamofobia, anti-identitarismo, anti-tribalismo, anti-multiculturalismo. Insieme alle parole sgradite occorre stabilire le corrispettive pene per le infrazioni e approntare i campi di rieducazione.
  • Nonostante l’età, Hillary Clinton è una figa stratosferica.
  • Saviano ha belli capelli e piace alle belle donne, ma, per correttezza gender, anche agli uomini e ai transgender.
  • Se un ministro dell’Economia italiano dichiara che nel 2019 il rapporto deficit /pil crescerà del 2,4 per cento, e un tecnocrate europeo dichiara invece che il rapporto salirà sopra il 3 per cento, ha sicuramente ragione il tecnocrate europeo perché, innanzitutto in quanto non eletto e quindi non populista, il tecnocrate europeo è certamente competente perché espressione della miglior élite internazionale messa a comandare per il nostro bene, mentre il Ministro italiano, essendo eletto democraticamente, se non è mafioso è certamente fascista o populista o nazi-leghista o incompetente o tutte le cose insieme. E poi c’è Salvini.
  • Sotto sotto quel Fabrizio Corona lì è veramente intelligente.
  • Con Mario Monti eravamo cittadini dell’Europa e potevamo camminare a testa alta.
  • Se entri in una sala piena di sconosciuti, pensi subito ad accoccolarti ai piedi della persona che ti sembra la più dominate e, a un suo cenno, inizi docilmente a lustrargli con la lingua le scarpe che hanno appena pestato una merda di cane. Se poi questo, quando s’è stufato, ti molla una pedata con la scarpa ancora sporca, che tu non avevi fatto in tempo a pulire bene tutto, incasserai con il classico sorriso sulle labbra perché così vuole l’Europa.
  • Le agenzie di rating e i mercati finanziari sono strumenti molto utili e giusti per richiamare all’ordine i Paesi che tendono ad abusare della democrazia. Non è che solo perché è stato eletto democraticamente un governo può mettersi a governare come piace ai suoi elettori. Questo è populismo ed è destinato a sfociare nel peggior fascismo. Ovviamente se al governo ci sono i suprematisti morali della sinistra globalista non si tratta di populismo, ma di buon governo democratico. Ça va sans dire.
  • La terra è piatta, l’uomo non è mai andato sulla Luna, i marziani esistono, ma si nascondono sotto la superfice del pianeta rosso perché ci temono, Diletta Leotta è un cesso!

Esito. Il sì (co pilu) vale 1, il no (senza pilu) 0. Devi fare la somma.

0 punti: Nazifascista: dritto a Piazzale Loreto, senza cena.

Da 1 a 2: Fascioleghista; sempre a Piazzale Loreto, ma prima puoi cenare.

Da 2 a 3: Leghista-populista, ma comunque la giri sempre fascista sei.

A 3 a 5 : Pazzo, balli sull’orlo dell’abisso abbracciato ad Adinolfi vestito da Baloo.

Da 5 a 10: Ti barcameni nel limbo, né carne né pesce: qualunquista, opportunista, quaquaraquà, ommemmerda.

Da 10 a 16: Un po’ meglio, ma c’è ancora tanto da lavorare. Leggi più Murgia! Salmodia più Saviano! Prega di più a Domenico Lucano!

17: Gentiloni! Uno squarcio tra le nubi. Insisti.

18: Ti manca ancora il coraggio per essere un vero suprematista morale della sinistra globalista: di filata al corso di integrazione africana della Kyenge. Ma non disperare, dal momento che il suprematismo morale è il nuovo razzismo (a tua insaputa s’intende, che come minimo impiegherai 70 anni a capirlo), puoi già fregiarti del titolo di Grand Wizard of moral supremacism.

19: Sì, sì, sì, fortissimamente sì! Sei un vero suprematista morale della sinistra globalista antipopulista, antifascista, antirazzista e anti tutte le cose brutte di questo mondo. Come riconoscimento al tuo corretto orientamento morale riceverai l’elegante statuina da comò di Roberto Saviano che fa luce anche di notte, basta che premi tu sai dove, l’opera omnia del coraggioso Albinati e, per i più meritevoli, il mutandone ascellare usato da Michela Murgia, che così quest’inverno ci riscaldi tutta la famiglia, animali domestici compresi.

20: Over the Top. A te la realtà ti fa veramente un baffo, per non dire volgarità. Una sola parola: Eroe!

Print Friendly, PDF & Email