Con il cerino in mano
Con il cerino in mano © il Deutsch-Italia

A Sud-ovest, Sud, Sud-est Marocco, Algeria, Tunisia e Egitto mandano tanti saluti e fanno sapere che di centri raccolta migranti nei loro Paesi non vogliono neanche sentire parlare. La spugna mangia soldi Libia invece qualche migrante se lo tiene, ma solo a titolo di schiavo.

A Nord, Nord-est i terribili Visegrád mandano baci & abbracci, filo spinato e migranti di ritorno che presto gli girerà la Germania.

A Nord-ovest la grande France Liberté, Égalité, Fraternité, ha sigillato la frontiera e controlla il passaporto a tutti i baffo nero che arrivano da Ventimiglia. Della Svizzera neanche a parlarne.

E ora tutti insieme, uno, due, tre: “Aprite i porti!”

“Le rovine di Babele”, storie dell’umanità contemporanea

Articolo precedente

Assegnato a Düsseldorf il premio “Mercurio” 2018

Articolo successivo

Ti potrebbe piacere anche

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *