Mattinata Baia delle Zagare © Nicoletta De Rossi
Mattinata Baia delle Zagare © Nicoletta De Rossi
Vignanotica © Nicoletta De Rossi

Vignanotica © Nicoletta De Rossi

Il promontorio pugliese del Gargano si presenta con una natura prorompente e varia, ideale per chi desidera vivere una vacanza all’aria aperta. Lunghe spiagge di sabbia si alternano a spiagge di ciottoli e a una meravigliosa costa costellata di foreste di pini e lecci e di falesie, faraglioni e grotte marine soprattutto tra Vieste e Mattinata. Proprio tra queste due località si trova anche l’incantevole Baia delle Zagare con i due famosissimi faraglioni, uno degli emblemi dell’intera regione Puglia. E sempre su questa costa si rimane incantati dalla magia di Vignanotica, una spiaggia incorniciata da una stupenda falesia a picco sul mare dal bianco abbacinante. Al largo della costa garganica si trovano anche le piccole isole Tremiti: l’unico arcipelago dell’Adriatico non ha nulla da invidiare a località caraibiche per la purezza e bellezza dei loro fondali.

Nel Parco del Gargano
Mattinata © Nicoletta De Rossi

Mattinata © Nicoletta De Rossi

Le Tremiti, come buona parte del promontorio garganico, fanno parte del Parco Nazionale del Gargano che si estende per oltre 120.000 ettari sullo sperone d’Italia. All’interno del parco si apre un mondo di opportunità per chi ama attività come il trekking e la mountain bike. Qui si trova anche il polmone verde della regione Puglia: la foresta Umbra, dove crescono faggete spettacolari – non è un caso che queste foreste siano state proclamate nel 2017 Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. E questa non è l’unica sorpresa per chi ama andare per sentieri nel Gargano: nel territorio di Mattinata e in particolare sulle pendici del Monte Sacro, per esempio, fiorisce in primavera la più alta concentrazione di orchidee spontanee d’Europa. In quella stagione un mare di piccole orchidee dalle forme e colori più svariati ricopre le pendici delle colline: delle 93 orchidee spontanee censite sul Gargano, ben una sessantina si trova nel comune di Mattinata. Da qualche anno si tiene in questo territorio la

Gargano Foresta Umbra © Nicoletta De Rossi

Gargano Foresta Umbra © Nicoletta De Rossi

Gargano Running e Trekking Week”, un fine settimana all’insegna dell’attività sportiva e alla scoperta di questa terra e della sua cucina,, che attira sportivi e appassionati di corsa da tutto il mondo. Questa zona cela anche molti tesori storico-artistici ancora poco conosciuti: dalle rovine dell’antica abbazia benedettina della Santissima Trinità sul Monte Sacro, dove in passato hanno lavorato anche archeologi del Museo Nazionale Germanico di Norimberga, alla necropoli daunia del Monte Saraceno da cui si gode una vista spettacolare sulla piana di Mattinata con i suoi uliveti e la sua lunga spiaggia. A pochi chilometri da qui si erge Monte Sant’Angelo con il santuario di San Michele Arcangelo, luogo millenario di pellegrinaggi e Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Da Monte Sant’Angelo lo sguardo spazia fino al mare: qui vicino a Manfredonia vi sono altre due antiche testimonianze della sacralità di questi luoghi. La basilica di Santa Maria Maggiore di Siponto si presenta oggi con una modernissima ricostruzione in rete metallica dell’antica basilica paleocristiana, alta 14 metri e pesante 7 tonnellate. Anche l’abbazia di San Leonardo di Siponto, con il suo straordinario portale che guarda verso il Gargano, è ritornata da poco al suo antico splendore.

Il turismo tedesco sul Gargano: mercato consolidato e in costante crescita 
Baia di Mattinata © Nicoletta De Rossi

Baia di Mattinata © Nicoletta De Rossi

Il Gargano è una meta tradizionalmente molto amata dai turisti tedeschi. È questo anche il dato che emerge dai numeri resi noti da Pugliapromozione, Agenzia Regionale del Turismo: nel 2018 su un totale di 234.000 presenze di turisti provenienti dalla Germania in tutta la provincia di Foggia, ben 142.500 sono state registrate a Vieste, che fa la parte del leone, seguita da Peschici con circa 48.000 e Mattinata con 12.000 presenze circa. A contribuire a questi numeri vi sono anche i buoni collegamenti aerei da molte città tedesche verso la Puglia con voli diretti oltre che dagli aeroporti di Berlino, Francoforte e Monaco, anche da Norimberga, Düsseldorf e Stoccarda.

Le potenzialità della zona di Mattinata potrebbero dilatarsi anche oltre i mesi della cosiddetta bassa stagione, maggio, giugno e settembre, abbracciando anche l’autunno inoltrato, quando il cielo si incendia di tramonti mozzafiato sopra la baia e i ciottoli della spiaggia luccicanti sotto la luce della luna fanno sognare.

mm
giornalista professionista vive e opera in Germania dal 2000, dove è responsabile della redazione della rivista di turismo online “www.sonoitalia.de” in lingua tedesca. Nel 2018 sono uscite le sue due ultime guide turistiche, in tedesco, per la casa editrice ADAC, dedicate alla Sicilia e a Venezia. Ama viaggiare e leggere.

    Il castello di Angera, tra arte ed emozioni

    Articolo precedente

    Bergmannstraße, quando il Kiez si gentrifica

    Articolo successivo

    Ti potrebbe piacere anche

    Commenti

    Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *