La Basilica di Assisi © Flavio Pace
La Basilica di Assisi © Flavio Pace
© sala stampa Basilica di San Francesco

© sala stampa Basilica di San Francesco

Quest’oggi ad Assisi, il re di Giordania, Abdullah II, accompagnato dalla regina Rania, ha fatto visita alla Basilica di San Francesco d’Assisi per ricevere in dono la “Lampada della pace” di San Francesco, come avvenuto per il Premio Nobel della Pace, Juan Manuel Santos, e la Cancelliera tedesca, Angela Merkel nel 2018.

© sala stampa Basilica di San Francesco

© sala stampa Basilica di San Francesco

“Chiamare a raccolta le forze civili dell’Europa” e “convocare persone e governi capaci di rinunciare a interessi particolaristici, privilegi e miopi esercizi di sovranità” per “un orizzonte di unità che sappia valorizzare le differenze e perseguire un destino di pace e di sviluppo”. Lo chiese il custode del Sacro convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, alla Cancelliera tedesca Angela Merkel, consegnandole la Lampada della Pace con la fiamma che promana dalla tomba di San Francesco per la sua opera a favore della “pacifica convivenza dei popoli”. La Lampada è stata consegnata al re con la motivazione che “in Medio Oriente e in tutto il mondo ha distinto sé stesso e il regno hascemita di Giordania attraverso la sua azione e il suo impegno, tesi a promuovere i diritti umani, l’armonia tra fedi diverse, la riforma del sistema educativo e la libertà di culto, e allo stesso tempo ha dato ospitalità e un rifugio sicuro a milioni di rifugiati”.

© sala stampa Basilica di San Francesco

© sala stampa Basilica di San Francesco

Presenti all’incontro anche il Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte e la stessa Cancelliera tedesca Angela Merkel, la quale ha consegnato un frammento del Muro di Berlino al Sacro Convento.

«In voi giovani prevale uno sguardo orientato al futuro. Avete una fortissima aspirazione a fare qualcosa di grande nella vita. Per questo il dialogo, la pace e l’accoglienza sono valori ai quali dovete riporre la massima attenzione, vigilando affinché non si riducano a vuote affermazioni di principio», ha sottolineato Conte rivolto ai giovani di 30 nazionalità differenti presenti all’incontro. L’accoglienza è stato uno dei temi principali affrontati anche dal re Abdullah II, intervistato da Lucia Annunziata, direttrice dell’Huffington Post, assieme a Luciano

© sala stampa Basilica di San Francesco

© sala stampa Basilica di San Francesco

Fontana, direttore del “Corriere della Sera“. «La Giordania ospita il 15 per cento dei rifugiati Siriani e provenienti anche da altri Paesi. Per noi è stato un grande sforzo e abbiamo cercato di integrarli nel nostro sistema sanitario e d’istruzione, per permettergli di tornare nel loro Paese con una stabilizzazione. La fatica è tanta, ma dobbiamo fare ciò che abbiamo a cuore, ossia dare loro una possibilità e renderli parte della nostra società».

© sala stampa Basilica di San Francesco

© sala stampa Basilica di San Francesco

La Cancelliera Merkel, invece, sollecitata dalla domanda di un giovane immigrato della cooperativa Ausilium, ha sottolineato come «l’Unione Europea deve dare la possibilità ai rifugiati di poter rientrare nel proprio Paese, ma al momento per molti di loro non è possibile. Lo sforzo comune deve essere quello di conciliare le posizioni a volte divergenti all’interno dei Paesi dell’Unione circa l’aiuto da dare loro. Come noi ci comportiamo in questo momento sarà molto importante per il giudizio che di noi verrà dato nella Storia».

© sala stampa Basilica di San Francesco

© sala stampa Basilica di San Francesco

Tra gli altri partecipanti all’incontro ci sono stati il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani e il presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti e il cardinale Leonardo Sandri.

La Lampada della Pace di San Francesco è un riconoscimento dato nel corso degli anni alle tante personalità politiche, culturali e della società civile che si sono contraddistinte per la pace.

.

L’incontro tenutosi ad Assisi e il discorso del Presidente Conte

© Youtube Presidenza del Consiglio

La consegna della Lampada della Pace lo scorso anno alla Cancelliera Merkel

© Youtube Euronews

mm
Cecilia Sandroni, per formazione semiotico del teatro, è membro della Foreign Press di Roma come Italienspr (italienspr.com/global press), oltre ad essere un'esperta di relazioni internazionali nella comunicazione. Le sue competenze spaziano dal teatro-cinema, alla fotografia, al restauro, con la passione per i diritti umani. Indipendente, creativa, concreta, ha collaborato con importanti istituzioni italiane e straniere per la realizzazione di progetti culturali e civili.

Remo Remotti, un artista anti-convenzionale a Berlino

Articolo precedente

Torna l’ora legale

Articolo successivo

Ti potrebbe piacere anche

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *