L’associazione ReteDonne organizza il 24 settembre un incontro a Lipsia dal titolo: “Che genere di medicina? Medicina di genere : una prospettiva per le donne“.

La salute dipende anche dal genere e non solo dal rapporto con corpo e psiche, dall’ambiente e dalle condizioni socio-economiche-culturali.  Alla IV Conferenza Mondiale sulle Donne tenutasi nel 1995 si evidenzia che “la ricerca medica è basata prevalentemente sugli uomini”. Con conseguente influenza sulla diagnostica, terapia e politiche sanitarie. La Medicina di Genere cerca di ristabilire un equilibrio tra le disuguaglianze, attraverso la promozione di una ricerca differenziata in base al genere. Questa consapevolezza è a favore di una medicina personalizzata con benefici per tutti. Donne di altissima professionalità che hanno preso a cuore la tematica e l’importanza della sua divulgazione a tutti i livelli interverranno all’incontro: Fortunata Dini, psicologa psicoterapeuta, Luisa Mantovani, oncologa, Flavia Franconi, esperta in farmacologia di Genere, Annalisa Maggiani, psicologa e danza terapeuta, Anna Periz, psicologa e psicoterapeuta junghiana.
Si parlerà di prevenzione e promozione della salute, di oncologia e alimentazione, di epigenetica e di ricerca farmacologica, di rapporto con il corpo e di prospettiva di genere nella psicoterapia.

Dove: Kunstkraftwerk Leipzig Saalfelder Strasse 8b

Quando: 24 settembre 10:30 – 17:30 convegno con relazioni e workshop; 18:00 -19:30 Assemblea generale ReteDonne e.V.

La partecipazione al convegno è gratuita, previa conferma retedonne@gmail.com

 L’oncologa Luisa Mantovani, promotrice di attività di supporto a pazienti con tumore (www.hausleben.org) e di programmi di prevenzione contro il cancro al seno, chiede alle partecipanti di aderire al pink shoe day, portando un paio di scarpe rosa o dipinte di rosa.

Print Friendly, PDF & Email