Domenica 3 marzo grande festa di carnevale dell’associazione “bocconcini di cultura” in collaborazione con l’associazione “Populare”.

Nella splendida sala della Nachbarschaftshaus Urbanstrasse 21 a Kreuzberg vi aspetta dalle 13:00 alle 16:00 un programma denso con tantissima musica dal vivo, tanti strumenti da suonare e canzoni italiane da ballare. Ci saranno anche specialità italiane, un angolo creativo e varie sorprese. Aggiornamenti sulla pagina Facebook. Andate tutti mascheratissimi e pieni di energia!

Per coprire le spese e sostenere le due associazioni si invitano gli ospiti a fare una donazione di 4. euro per gli adulti e 2 euro per i bambini all’ingresso.

Mega Faschingsfest von „bocconcini di cultura“ (Kulturhäppchen) e.V. und „Populare e.V.“: live Musik, italienische Tanzlieder und Spezialitäten!! Wir erwarten euch mit Kostüm und voller Energie!

PROGRAMMA / PROGRAMM

13:00: Apertura // Ankommen
13:15 – 13:30: Esibizione // Aufführung KIDS ON DRUMS
13:30 – 13:50: Laboratorio // GENERATIONENORCHESTER MITMACH-FAMILIEN-WORKSHOP

Pausa // Pause

14:00 – 14:30: ITALO-DISCO Intermezzo italiano
14:45: LIMBO DANCE mit der KIDS ON DRUMS BAND
KATRINA MARTINEZ & ALFRED MEHNERT
Mamas & Papas können mittrommeln
15:15 – 15:45: ITALO-DISCO Intermezzo italiano

Maggiori informazioni su questo e molti altri eventi per bambini italiani a Berlino sul sito www.bocconcini.net.

L’associazione bocconcini di cultura, fondata a Berlino nel 2012 al fine di mantenere, sostenere e sviluppare la conoscenza della lingua e cultura italiana tra bambini e ragazzi (ma già attiva come iniziativa dal 2007) organizza corsi di lingua e cultura italiana per bambini dai 3 e 16 anni, corsi di supporto all’apprendimento scolastico, corsi ricreativi durante le vacanze scolastiche e molte altre attività (spettacoli teatrali, concerti, eventi, visite guidate, laboratori). Divulga inoltre informazioni, promuove incontri e tavole rotonde sull’educazione bi- o plurilingue ed offre consulenze.

“DB2020”, un progetto per uscire dall’impasse

Articolo precedente

Mantegna e Bellini: il dettaglio e la luce

Articolo successivo

Ti potrebbe piacere anche

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *