Il Gran Duo Italiano
Il Gran Duo Italiano
Niccolò Paganini ritratto giovanile

Niccolò Paganini ritratto giovanile

Niccolò Paganini, leggendario violinista famoso in ogni parte del mondo, amava condividere la sua passione per la musica con amici molto interessanti, due molto noti sono senz’altro F. Liszt e G. Rossini, con i quali ha condiviso concerti, idee musicali temi da variare. Molto meno conosciuti sono: Camillo Sivori, Gaetano Ciandelli e Onorio De Vito.

Camillo Sivori è stato senza dubbio l’unico allievo violinista di Paganini, un grande talento che in pochi mesi di magiche lezioni ricevute dal grande Maestro divenne pronto per la grande carriera solistica. Scrisse numerose composizioni che eseguì in tutto il mondo e fu grande amico del Maestro fino alla sua morte. Gaetano Ciandelli fu anch’egli allievo di Paganini, ma di violoncello e contrappunto. Il Maestro presenta il suo discepolo come un giovane di rarissimo ingegno, migliore violoncellista d’Italia e presto d’Europa. Intraprende una serie di iniziative volte ad assicurare a Ciandelli una stabilità economica e professionale e a promuoverne la fama di virtuoso violoncellista. Lo raccomanda a mecenati e artisti, fra i quali all’editore Giovanni Ricordi. Ciandelli, nel 1830 vince il concorso per la cattedra di violoncello nel Conservatorio di Napoli, si ritira

Camillo Sivori

Camillo Sivori

nella sua città e non rivelerà mai a nessuno di essere stato l’allievo prediletto di Paganini. Onorio De Vito, violinista di grande pregio a Napoli, conobbe Paganini tramite il suo amico Ciandelli. Oltre a condividere concerti con il Maestro, Onorio De Vito era il suo fornitore di corde che, attraverso specifiche e particolari richieste del grande violinista, cercava di sperimentare nuove possibilità sonore. Il programma quindi oltre a divulgare brani di rara esecuzione, mira a rivalutare figure poco note, ma di grande spessore artistico e musicale come Sivori, Ciandelli e De Vito che in qualche modo definiscono i contorni di quella che possiamo chiamare “scuola paganiniana”.

Il Gran Duo Italiano © il Deutsch-Italia

Il Gran Duo Italiano © il Deutsch-Italia

Il Gran Duo Italiano , insignito nel 2011 del “Premio Mediterraneo” dalle più alte cariche dell’Unione Europea per il lavoro di ricerca musicologica, riscoperta e valorizzazione del patrimonio artistico-musicale italiano, vanta incisioni discografiche in prima mondiale su musiche di Gaetano Fusella, Camillo Sivori (unico allievo di Paganini), Rosario Scalero (allievo di Sivori ) e Mario Castelnuovo Tedesco, ottenendo grande successo di pubblico e di critica in trasmissioni radiofoniche (“Rai Radio3 Suite”, “Primo movimento Rai Radio3”, “Radio Malta”, “Radio France”, “BBC”, “Hong Kong Radio Television”, “Budapest Klassics Radio”, etc.) e recensioni 5 stelle su riviste specializzate: Musica, Amadeus, Fanfare, Harmonia Mundi, Gramophone, Diapason. Tiene concerti in Asia, Europa, Stati Uniti, Medio Oriente ed Emirati Arabi ed in qualità di ambasciatore della musica italiana nel mondo è promotore della divulgazione di tesori musicali riscoperti.

Dove: Schwartzsche Villa, Berlin Steglitz
Quando: venerdì 31 maggio, ore 19:00

 

Il Gran Duo Italiano: tributo a Mario Castelnuovo Tedesco

© Youtube Gran Duo Italiano

Alla Pasinger Fabrik di Monaco, ILfest – Italienisches Literaturfestival 2019

Articolo precedente

La bellezza della Sassonia: Dresda e Lipsia, due gioielli della ex DDR

Articolo successivo

Ti potrebbe piacere anche

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *