Autismo

Nel prossimo incontro mensile di Artemisia e.V.Inclusione per tutti martedì 2 aprile, e l’AWO di Berlino, invitano al dialogo a tema: Autismo e Sindrome di Asperger. Nella nostra associazione, ci sono genitori che hanno figli dello spettro autistico e vorrebbero sapere come funziona il sistema tedesco sull’inclusione. In questa occasione ne parleremo con professionisti del settore e insieme a genitori che ci racconteranno delle loro esperienze personali con i propri figli.

Ho intervistato Vanessa Thauer, assistente sociale e pedagoga, che ci parlerà, nell’incontro a tema, della sua esperienza professionale in questo campo.

Autismo

Autismo

Da quanto tempo lavora con persone che sono affette dal disturbo dello spettro autistico?
Lavoro con bambini e adulti autistici da febbraio 2008. Fino a giugno 2017 ho lavorato come assistente domiciliare e familiare presso il BAB della Lebenshilfe e principalmente con bambini dallo spettro autistico. Dal 2009, sono supervisore e guida dei viaggi della FED Lebenshilfe, dove spesso i partecipanti sono affetti dal disturbo dello spettro autistico.

In quale gruppo di età erano le persone con cui ha lavorato?
I gruppi di età erano diversi, il più anziano delle persone con spettro Autistico, aveva 50 anni. Ho seguito un ragazzo con sindrome di Asperger per più di 8 anni come caso individuale per la Lebenshilfe e l’ho accompagnata nello sviluppo. Ho curato una ragazza autistica per più di 5 anni, dai 10 ai 15 anni. Inoltre, mi sono occupata di un bambino autistico della prima infanzia, di 5 anni.

Ha frequentato un corso speciale per il suo lavoro con persone autistiche?
Ho frequentato ulteriori corsi di formazione, ad es. metodico, come TEACCH e ABA, per la comunicazione assistita, la nutrizione autistica e il comportamento stimolante.

Autismo

Autismo

Come si è formata per il suo lavoro, quali sono gli aspetti che le hanno particolarmente interessato?
Le persone che sono affette da un disturbo dello spettro autistico hanno bisogno di strutture, regole chiare e concordate. Mi piace la sfida che ognuno necessita di una formazione individuale che richiede un supporto diversificato. Sono una persona tranquilla e ho sempre avuto un buon rapporto immediato con le persone autistiche. Inoltre, ci sono buoni metodi di formazione e ricerche che permettono di fare buoni progressi.

Conosce una persona affetta da autismo che ha una laurea?
No, personalmente non conosco una persona dello spettro autistico che abbia una laurea o conseguito degli studi scolastici di livello superiore.

Le famiglie di bambini autistici sono simili alle famiglie di altri bambini con una disabilità?
Sì, l’intero sistema familiare deve adattarsi alle esigenze. Spesso le persone autistiche soffrono anche di atti stereotipati, di cui la famiglia può soffrire. È possibile che per un migliore orientamento in casa, i pittogrammi vengano incollati su determinati oggetti. Molte persone affette da disturbo autistico imparano anche a parlare in ritardo o non parlano affatto, il che rappresenta una sfida per i familiari.

Conosce una scuola di Berlino che offre l’inclusione per le persone autistiche?
No, al momento non conosco tali scuole.

Lei ha fatto da supervisore per viaggi con il FED Lebenshilfe, ha avuto anche altre costellazioni di persone disabili nel gruppo? Può parlarci di situazioni speciali in questo contesto?
Ci sono visite a domicilio, se le informazioni in anticipo sono buone, puoi prepararti bene. Una volta non ci hanno detto che un ragazzo dallo spettro autistico aveva paura dei cani e poi quando abbiamo incontrato un cane è scappato. Avremmo potuto essere preparati per questo se avessimo avuto l’informazione.

Lei crede che l’inclusione in Germania sia possibile?
A mio avviso, prima che siano state create le leggi, devono essere create le basi per loro, quindi, a mio parere, molte cose possono essere implementate, inclusa l’inclusione delle persone dallo spettro autistico, esiste la necessità di una buona formazione e una buona preparazione con gli assistenti scolastici o gruppi sociali.

Dialogo a tema: Autismo e Sindrome di Asperger

Quando: martedì 2 aprile dalle 18:00 alle 21:00

Dove: AWO Begegnungszentrum, Adalbertstraße 23a, 10997 Berlino (2° piano-sala grande a sinistra)

Collegamento: U8-U1 Kottbusser Tor – Bus 140-M29

L’incontro è gratuito, aperto a tutti, in tedesco, tradotto in italiano

Evento su Facebook: Autismo e Sindrome di Asperger

Giornata della Memoria a Ravensbrück, per non dimenticare

Articolo precedente

Volwo e Luca Gemma in concerto a Monaco di Baviera

Articolo successivo

Ti potrebbe piacere anche

Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *