ITB 2019 © il Deutsch-Italia
ITB 2019© il Deutsch-Italia
L'Ambasciatore Mattiolo e il Ministro Centinaio © il Deutsch-Italia

L’Ambasciatore Mattiolo, il Ministro Centinaio e il Presidente dell’Enit Palmucci © il Deutsch-Italia

Il 2019 è stato proclamato l’Anno Nazionale del Turismo Lento e, in particolare, intorno a itinerari lenti e sostenibili, che permettono ai turisti di scoprire anche i territori italiani meno conosciuti e più autentici, si articola l’offerta turistica italiana all’Esposizione internazionale del turismo e del viaggio ITB 2019 di Berlino. Alla Fiera internazionale più importante del settore, dove si sono presentati quest’anno oltre 180 Paesi e dove sono attesi oltre 110.000 operatori turistici, l’Italia si trova raccolta nel padiglione 1.2, il “padiglione Italia”, come lo chiamano gli addetti ai lavori, perché da anni è qui che pulsa il cuore del Bel Paese alla fiera berlinese. L’ENIT (Agenzia Nazionale Italiana del Turismo) vi ha inaugurato il proprio stand il 6 marzo, alla presenza del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio, dell’Ambasciatore italiano a Berlino Luigi Mattiolo e del nuovo presidente dell’ENIT Giorgio Palmucci.

ITB 2019 © il Deutsch-Italia

ITB 2019 © il Deutsch-Italia

Millecinquecento metri quadrati è grande “Piazza Italia”, l’enorme stand dell’ENIT che ricorda una piazza italiana – e non poteva che chiamarsi piazza, il luogo di aggregazione, di scambio, di condivisione per eccellenza dell’Italia e dell’Italianità. In questo particolare ritrovo si parla di turismo: qui si presentano ben 16 regioni italiane. Operatori e visitatori (la fiera è tradizionalmente aperta anche al pubblico nei giorni di sabato e domenica) vi trovano enti regionali ed espositori di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana e Umbria, oltre alla città di Roma e alla Repubblica di San Marino. In questo padiglione sono presenti inoltre i grandi stand di Alto Adige, Trentino e Veneto.

Il turismo italiano gode ottima salute

ITB 2019 © il Deutsch-Italia

ITB 2019 © il Deutsch-Italia

Anche nel 2018 l’Italia è stata la meta preferita del turismo internazionale: con oltre 208milioni di pernottamenti ha scavalcato la Francia ed è ora seconda preceduta soltanto dalla Spagna. E sono proprio i visitatori tedeschi che hanno contribuito a questo grande successo, avendo scelto il Bel Paese come prima meta per le loro vacanze, con un incremento negli ultimi dieci anni del + 30,7 per cento. In numeri questo trend si quantifica in oltre 5milioni di turisti tedeschi nell’ultimo triennio che hanno scelto l’Italia per una vacanza nella natura, 3,2milioni per la una vacanza attiva e 2 milioni per un soggiorno in montagna sulla neve. La tendenza? «Nei prossimi tre anni le previsioni confermano il trend alla crescita: + 70 per cento per la vacanza nella natura, + 60 per cento per quella attiva e + 50 per cento sulla neve»,” ha confermato il presidente dell’ENIT Palmucci.

2019: tanti motivi per una vacanza in Italia

Il Ministro Centinaio all'ITB © il Deutsch-Italia

Il Ministro Centinaio all’ITB © il Deutsch-Italia

Accanto alla bellezza dei paesaggi e alla natura, l’Italia attira tanti visitatori anche con il suo immenso patrimonio culturale, non soltanto nelle grandi città d’arte, ma anche nei borghi più piccoli e più nascosti. «Un museo a cielo aperto» ha definito l’Italia il Ministro Centinaio – un museo che va scoperto e assaporato anche nelle località meno conosciute, al ritmo di una vacanza slow. Ci sono tanti buoni motivi per visitare l’Italia anche in questo 2019: la Capitale europea della cultura 2019 è a Matera in Basilicata, mentre a Milano, ma non solo, si celebrano i 500 anni della morte di quel genio universale che è stato Leonardo da Vinci, come ha ricordato anche l’ambasciatore Mattiolo. L’intera Penisola offre occasioni speciali di visita legate a eventi e manifestazioni: in Puglia, per esempio, con una serie di eventi musicali, artistici, sportivi o tradizionali, come la notte della Taranta, o in Friuli Venezia Giulia con la famosa Barcolana, la regata più grande del mondo.

ITB 2019 © Nicoletta De Rossi

ITB 2019 © Nicoletta De Rossi

Che cosa cerca il turista nella vacanza in Italia? Soprattutto emozioni ed esperienze sensoriali, da vivere nei piccoli borghi, per esempio delle Marche, come a Offida o San Ginesio che fanno parte anche dei Borghi più Belli d’Italia, o da provare gustando le eccellenze all’enogastronomia italiana – e non è davvero un caso che allo stand del Veneto sia presente nei giorni della fiera una mini gelateria con uno squisito gelato artigianale, o che l’Associazione Verace Pizza Napoletana offra ai turisti che visitano la regione Campania la possibilità di partecipare a un corso di pizzaiolo. L’Italia offre tante emozioni ovunque, per esempio anche in Toscana – una regione molto amata dal turista tedesco – dove si può andare alla scoperta, oltre che delle grandi città d’arte come Firenze, Siena o Pisa, anche della costa e delle sue sette isole.

Come resistere allora alla variegata e allettante offerta turistica italiana? Ce n’è davvero per tutti i gusti! Non pochi, dopo aver visitato la fiera ITB, prenoteranno la loro prossima vacanza in Italia, quest’anno forse più lenta del solito per scoprire meglio il Bel Paese.

.

La cerimonia di apertura dell’ITB 2019

© Youtube ITBBerlin

mm
giornalista professionista vive e opera in Germania dal 2000, dove è responsabile della redazione della rivista di turismo online “www.sonoitalia.de” in lingua tedesca. Nel 2018 sono uscite le sue due ultime guide turistiche, in tedesco, per la casa editrice ADAC, dedicate alla Sicilia e a Venezia. Ama viaggiare e leggere.

    Enit e la Toscana, due punti di riferimento del turismo italiano all’ITB 2019

    Articolo precedente

    Ti potrebbe piacere anche

    Commenti

    Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *