Etruria Volterrana © Toscana Promozione Turistica
Etruria Volterrana © Toscana Promozione Turistica
ITB 2019 © il Deutsch-Italia

ITB 2019 © il Deutsch-Italia

I tedeschi amano l’Italia e lo dimostrano ogni anno anche venendo nel nostro Paese per passare le loro vacanze. I dati sono chiari: rispetto all’anno precedente il 2018 ha visto un aumento della loro presenza di ben il 4,9 per cento, contribuendo così a fare del Belpaese la seconda meta per i turisti in Europa (dopo la Spagna che, tuttavia, ha visto un calo di presenze di ben 4,7milioni rispetto al 2017). I soli concittadini della Cancelliera Merkel hanno fatto registrare negli ultimi 10 anni un aumento di quasi il 31 per cento di presenze in tutta la Penisola (pari a circa il 28 per cento dei movimenti internazionali in Italia). E sono i turisti che più hanno speso, apprezzando il “made in Italy”: ben 5,8miliardi di euro, facendo così registrare lo scorso anno un aumento del 6,7 per cento rispetto all’anno precedente.

Giorgio Palmucci © il Deutsch-Italia

Giorgio Palmucci © il Deutsch-Italia

«Sotto il cappello dell’Enit quest’anno sono arrivate all’ITB di Berlino ancora più regioni italiane», ha sottolineato il suo Presidente Giorgio Palmucci. «La Germania è un Paese che viene in Italia a passare le proprie vacanze dal dopoguerra, quindi noi abbiamo il compito di rendere questa presenza il più piacevole possibile, attraverso una variegata offerta che va dal “turismo lento” al wellness, dall’e-bike all’enogastronomia. Il compito degli operatori italiani è quello di soddisfare un turista esigente proprio perché conosce bene il nostro Paese». Ma questo è anche un anno di celebrazioni per il nostro Paese: in particolare si celebrano i 500 anni dalla morte di Leonardo e si festeggia Matera quale Capitale europea della cultura. «Questi devono essere due elementi ulteriori di orgoglio per l’Italia intera. Le regioni, le città e gli operatori coinvolti hanno tutti ben operato affinché i turisti si sentano coinvolti e possano usufruire appieno delle numerose manifestazioni inerenti le due celebrazioni», ha continuato Palmucci. «Noi lavoriamo con passione e la nostra massima soddisfazione è di sentirci dire dal turista: tornerò perché ho tante altre cose da scoprire».

Giovanni Bastianelli © il Deutsch-Italia

Giovanni Bastianelli © il Deutsch-Italia

Anche il direttore dell’Enit, Giovanni Bastianelli, ha sottolineato la competenza del turista tedesco, che cerca una vacanza itinerante. «Fra i temi da loro prediletti ci sono senz’altro la sostenibilità, la natura e soprattutto la possibilità di fare una vacanza dove si impara qualcosa, possibilmente se questo avviene associato al fare movimento». Fra le mete che i tedeschi stanno scoprendo sempre più c’è la Calabria, ma molte sono le mete non “classiche” che iniziano a visitare. «Le aree interne, i parchi, i laghi tutti sono le mete più gettonate. Assieme a tutto ciò quello che scoprono è anche, come ovvio, le peculiarità della tradizione culinaria, che varia da zona a zona, anche nella preparazione dello stesso piatto. Quest’anno anche Matera sarà una zona di cui approfondirne ulteriormente la conoscenza e sarà celebrato anche Leonardo, il prossimo anno Raffaello e l’anno successivo Dante. Grandissimi personaggi che sono legati al territorio e che ci spingono a prepararci ancor di più per l’accoglienza adeguata dei turisti attratti dalla loro grandezza».

Stefano Ciuoffo © il Deutsch-Italia

Stefano Ciuoffo © il Deutsch-Italia

La Regione Toscana è da sempre sinonimo di meta vacanziera ed amore per i tedeschi, tanto che negli anni passati era stato addirittura coniato un termine per alcuni politici tedeschi, la Toskana Fraktion, che avevano fatto della nostra regione la meta preferita delle proprie vacanze e dove avevano, in molti casi, comprato anche casa. Pertanto all’ITB non poteva mancare la sua presenza, volta a rinsaldare ancor più questo rapporto attraverso una variegata e rinnovata offerta. «Il turismo d’esperienza, la Toscana diffusa e più “distante” è quella che maggiormente vogliamo mettere in evidenza quest’anno, approfondendo il rapporto con i turisti attraverso la sostenibilità e l’autenticità delle offerte riguardanti il territorio, che non è commerciabile», ha sottolineato Stefano Ciuoffo, assessore alle Attività produttive, al Credito, al Turismo e al Commercio della Regione. La Toscana è la prima regione italiana che ha programmato di non utilizzare più suolo libero: «Spingiamo al riuso, anche del territorio. Il rapporto con lo spazio e i tempi del territorio vanno mantenuti, e non vogliamo mettere in discussione la nostra identità. Il mercato tedesco è quello più attento a tutto ciò. Siamo i custodi di qualcosa che appartiene alla comunità mondiale, come la genialità di Leonardo che celebriamo, assieme a tutti gli altri, quest’anno».

Francesco Palumbo © il Deutsch-Italia

Francesco Palumbo © il Deutsch-Italia

Fra le novità, di cui dicevamo prima, portate quest’anno all’ITB dalla Regione c’è la valorizzazione delle sue coste, come ci ha dichiarato Francesco Palumbo, direttore di Toscana Promozione Turistica. «“Costa toscana” è un nuovo prodotto che ha la caratteristica di tenere assieme tutta la linea di costa con l’entroterra. Si può usufruire delle bellezze del nostro mare, ma si possono fare anche esperienza di trekking nell’entroterra, scoprendo i piccoli borghi che riuniscono le produzioni di qualità che ci sono attorno ai cammini, e dove si possono acquistare i prodotti artigianali di alta qualità». La Toscana, con il suo video “Tuscan Islands & Tuscan Coast”, ha vinto il terzo premio nella categoria “Regioni internazionali” alla 18esima edizione del concorso “The Golden City” dell’ITB. Oltre alla presenza in fiera la Regione Toscana ha presentato l´offerta turistica legata alla costa e all´adventure travel durante una serata promozionale al prestigioso ristorante Bocca di Bacco a Friedrichstrasse Alla presenza dell’Assessore Stefano Ciuoffo, gli operatori toscani hanno avuto modo di incontrare per il networking 100 tour operator e giornalisti tedeschi per promuovere la propria offerta.

.

Ecco il video che ha vinto il premio

© Visittuscany.com

mm
Nato a Roma, laureato in Filosofia all'università "la Sapienza", è giornalista professionista. Ha collaborato con ilSole24Ore, con le agenzie stampa Orao News e Nova e in Germania con il magazine online ilMitte.

    Otto marzo, non solo mimose e cioccolatini

    Articolo precedente

    L’Italia alla fiera del turismo ITB Berlin 2019

    Articolo successivo

    Ti potrebbe piacere anche

    Commenti

    Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *