Cesena © Damiano Meo
Cesena © Damiano Meo
Cesena © Damiano Meo

Cesena © Damiano Meo

Cuore del mercato ortofrutticolo italiano e non solo. Cesena ha anche un patrimonio culturale da scoprire e vivere. Vanta, infatti, la più antica biblioteca civica d’Europa, inserita dall’Unesco, da circa un quindicennio, nella “Memoria del mondo”: un elenco di documenti da salvaguardare per l’identità collettiva. La Biblioteca Malatestiana, fondata nel 1400, da

Decorazione fatta a mano di una delle pagine più antiche della Biblioteca Malatestiana © Damiano Meo

Decorazione fatta a mano di una delle pagine più antiche della Biblioteca Malatestiana © Damiano Meo

un sodalizio tra i frati Francescani e il nobile Domenico Malatesta, oggi ospita 250mila volumi, alcuni risalenti al Quattrocento, con pagine ricche di splendidi motivi floCeseareali realizzati a mano. Ai Malatesta si deve anche la fortificazione trecentesca che, dal colle Garampo, scende ad abbracciare la città. Tra i personaggi che alloggiarono nel fortilizio, nel 1502, ci fu anche il genio di Leonardo Da Vinci. Quest’ultimo fu incaricato da Cesare Borgia di migliorare la sicurezza della struttura. Dante Alighieri, nell’Inferno, descrisse Cesena con un occhio quasi da esploratore, ponendola tra colline e pianure, lambita dal fiume Savio e con politiche di governo altalenanti: «E quella cu’ il Savio bagna ‘l fianco,/ così com’ella sie’ tra ‘l piano e ‘l monte, /tra tirannia si vive e stato

Cesena © Damiano Meo

Cesena © Damiano Meo

franco». Tra i vicoli del centro storico si ammirano statue dinamiche e contemporanee, che evocano equilibri precari, dell’artista Leonardo Lucchi. Sono numerose le dimore storiche che impreziosiscono il tessuto urbano. Tra di esse c’è la Villa Silvia, in cui alloggiò Giosuè Carducci. Nella stanza del poeta ci sono ancora il pettine, il set da barba e diversi oggetti di uso quotidiano. Nello stesso edificio oggi è ospitato il “Museo Musicalia”, dedicato agli strumenti meccanici e con una ricostruzione del “Tamburo da guerra” teorizzato da Leonardo.

.

Cesena, tra le perle della Romagna

© Youtube 4K Ultra HD Italia

 

mm
docente ed autore. Si occupa di pedagogia speciale, glottodidattica e coaching. Collabora con università, centri di ricerca e scuole. È del 2016 il pamphlet interculturale "Storie di semola e semplicità" (Tau-Migrantes). Con la Jaca book, nel 2011, ha realizzato l’allegato fotografico di “Ai confini dell’impero”, libro-inchiesta di Giuseppe Ciulla. Nel 2009 è stato menzionato come "emergente" da Seat-Pagine Bianche d'Autore. A Milano è stato uno degli ospiti di BookCity2017.

    “Souls – Anime”, alla Lacke & Farben di Berlino

    Articolo precedente

    Buona Festa della Repubblica

    Articolo successivo

    Ti potrebbe piacere anche

    Commenti

    Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *