InfoTrans 2018 © il Deutsch-Italia

InfoTrans 2018 © il Deutsch-Italia

Un’occasione per parlare di treni, ma non solo, quella che ha visto ieri la presenza a Berlino del ministro dei Trasporti italiano Danilo Toninelli (Cinque Stelle) alla InfoTrans 2018, la Fiera internazionale del trasporto che vede la partecipazione di 61 Paesi e 3.062 imprese e istituzioni del settore esporre oltre 400 innovazioni dell’industria ferroviaria internazionale fino a venerdì prossimo.

Il Ministro ha presenziato alla presentazione fatta da Ferrovie dello Stato di due nuovi treni regionali, il “Pop” e il “Rock”, costruiti in Italia in collaborazione con due giganti del settore, la Alstom e la Hitachi. Nei prossimi 5 anni saranno ben 600 i treni regionali che sostituiranno quelli più vecchi, consumando il 30 per cento in meno, con un impegno finanziario di oltre 6 miliardi di euro, come hanno annunciato Gianluigi Vittorio Castelli presidente del gruppo e l’amministratore delegato Gianfranco Battisti.

Il ministro Danilo Toninelli © il Deutsch-Italia

Il ministro Danilo Toninelli © il Deutsch-Italia

E di treni ha parlato il Ministro, ricordando come l’alta velocità sia sì importante, ma di come lo sia anche la rete ferroviaria per i pendolari. «Il treno ha il vantaggio di entrare nel cuore delle nostre città e di lambire in modo gentile i nostri centri storici. Dobbiamo fare in modo che i nostri pendolari possano in futuro usufruire dell’interscambio tra la rete ferroviaria e altri mezzi di locomozione cittadini come le biciclette». Ma ha poi proseguito sottolineando che occorre intervenire nel settore attraverso maggiore puntualità, sostenibilità e sicurezza, con un occhio alla tecnologia e alla digitalizzazione. Anche la mobilità elettrica, che è stata oggetto dell’incontro avuto con l’omologo tedesco, il cristiano sociale Andreas Scheuer (Csu), sarà al centro di un consiglio dei ministri dei trasporti della Ue che si terrà a dicembre.

I treni "Pop" e "Rock" © il Deutsch-Italia

I treni “Pop” e “Rock” © il Deutsch-Italia

Buone notizie dunque, sembrerebbe, per i circa cinque milioni e mezzo di pendolari che quotidianamente si spostano sulle tratte regionali italiane, come riportato dall’ultimo rapporto di Legambiente “Pendolaria. Ma le buone notizie annunciate dal Ministro sono rivolte anche nei confronti dei numerosi precari della ex compagnia di bandiera Alitalia. In un incontro con la stampa, infatti, il politico italiano ha parlato di una possibile sinergia proprio fra le Ferrovie dello Stato e il vettore aereo, il cui destino sembrava essere segnato. Toninelli ha infatti annunciato che, secondo il governo e il Consiglio dei ministri, le Ferrovie dopo essersi separate dall’Anas, che in questo modo si potrà rilanciare come azienda autonoma, saranno un partner strategico per Alitalia. La cooperazione fra le due aziende potrebbe comportare l’utilizzo almeno di una parte dei cassaintegrati della compagnia aerea come personale che potrebbe garantire la sicurezza dei passeggeri sui treni. Inoltre ci potrebbero essere novità per i passeggeri con un biglietto unico integrato: «Chi arriva anche dall’estero, sbarcando a

Un aereo Alitalia © il Deutsch-Italia

Un aereo Alitalia © il Deutsch-Italia

Malpensa piuttosto che a Fiumicino, avrebbe la vita notevolmente semplificata dal poter prendere direttamente con un unico biglietto un treno delle Ferrovie dello Stato». In ogni caso un partner straniero per la compagnia aerea sarà necessario, anche se il Ministro ha dato per certo che non si tratterà della tedesca Lufthansa. «Boeing può certamente esserlo, visto che costruisce aerei e ce ne servono tanti», ha sottolineato lasciando intendere un piano di sviluppo in tal senso.

Infine una parola l’ha dedicata alla triste vicenda del ponte Morandi di Genova e al nominativo di un commissario straordinario di carica governativa, ancora non annunciato: «Abbiamo scritto a più mani il decreto, fra cui quella del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Non abbiamo fatto ancora un nome, semplicemente perché rispettiamo i territori. Era molto più importante scrivere cosa potesse fare il commissario. Entro 10 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il nome ci sarà. Dovrà essere un nome di una persona competente, tecnicamente di alto livello, ma di una moralità spiccata che dovrà fare con i poteri straordinari le cose per bene e velocemente». Speriamo che ciò accada presto. Genova ne ha bisogno.

.

Il ministro Danilo Toninelli a InfoTrans 2018

© Youtube Vista Agenzia Televisiva Nazionale

Il Ministro sulle possibili alleanze di Alitalia

© Youtube Vista Agenzia Televisiva Nazionale

 

Tutte le immagini nella gallery sono © il Deutsch-Italia

Print Friendly, PDF & Email