Reggio Calabria mura greche lungomare

Reggio Calabria mura greche lungomare

Con circa 48milioni di turisti nel mondo e un volume di spesa stimabile intorno ai 60miliardi di euro l’anno, la Germania è il primo Paese di riferimento per l’industria turistica italiana. Secondo dati della Stiftung für Zukunftsfragen, tre quinti dei turisti tedeschi che hanno scelto l’Italia nel 2017 vi saranno ritornati per la loro vacanza principale anche nel 2018. «Siamo lieti del nostro eccellente partenariato con il Deutscher Reiseverband, che rappresenta oltre l’85 per cento del fatturato totale del mercato delle agenzie di viaggio e degli operatori turistici tedeschi, e che è così impegnato a sviluppare il turismo come fattore economico in Europa e nel mondo, davanti alle sfide della globalizzazione, della sostenibilità e della digitalizzazione», così il Ministro plenipotenziario e Incaricato d’Affari dell’Ambasciata italiana a Berlino Alessandro Gaudiano.

Reggio Calabria, Castello Aragonese

Reggio Calabria, Castello Aragonese

«L’Ambasciata d’Italia è lieta di accogliere a Berlino il Presidente di Regione Calabria, On. Gerardo Mario Oliverio, e di ospitare la conferenza stampa di presentazione “Destinazione Calabria”, in vista del 68esimo Convegno internazionale del Deutscher Reiserverband – federazione tedesca del turismo – che riunirà dal 10 al 14 ottobre a Reggio Calabria – per la prima volta in Italia – oltre 600 fra i principali protagonisti del turismo tedesco, dai tour operator alle agenzie di viaggio, alle compagnie aeree. La Germania rappresenta di gran lunga – con i suoi oltre 56milioni di pernottamenti all’anno e trend di crescita della spesa superiori al 14 per cento – il principale Paese di origine del turismo internazionale in Italia. Nessun altro popolo conosce così bene il nostro Paese e ci ritorna così volentieri: siamo quindi molto lieti di ospitare un evento volto a promuovere ulteriormente il turismo tedesco in Italia, riunendo i vertici istituzionali di Regione Calabria, di ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo e del Deutscher Reiseverband».

Print Friendly, PDF & Email