Nel rispetto dell’accoglienza, si deve far venire in Germania la seconda o la terza moglie di un profugo? A Pinnenberg, cittadina alle porte di Amburgo, i politici e la popolazione si dividono sul caso di un siriano arrivato nel 2015 con la moglie e quattro figli. Ora l’uomo chiede che giunga anche la seconda moglie, la madre di due dei suoi quattro bambini. La poligamia è legale in Siria e, ovviamente, vietata in Germania. Il caso non è una novità. In passato qualcuno ha chiesto di far giungere non solo la seconda moglie, ma anche la terza.

I tedeschi si sono comportati con comprensione, decidendo di volta in volta, seguendo più le ragioni umanitarie che la legge. A Pinnenberg, si possono far crescere due bambini lontano dalla loro madre naturale?

La situazione è cambiata, e la decisione del piccolo centro del Nord, è seguita dal resto del Paese. La Germania, il Paese più forte d’Europa, e quello più generoso verso i nuovi venuti, è stato destabilizzato dall’arrivo in massa di Flüchtlinge, i fuggiaschi, come con più esattezza vengono definiti. Frau Angela nel settembre del 2015 ha fatto bene a non chiudere le frontiere, ma l’arrivo di oltre un milione in pochi mesi ha fatto saltare le strutture d’accoglienza. E i populisti hanno avuto gioco facile. Per la prima volta è entrato al Bundestag un partito di estrema destra, l’AfD, che ha conquistato la terza posizione. Mentre si continua a discutere, se si tornasse a votare oggi, dal 12,6 l’AfD potrebbe salire al 14, forse persino al 18 per cento, a ridosso dell’Spd che a settembre aveva già ottenuto il peggior risultato di tutti i tempi (il 20,6), e che perderebbe uno o due punti, punito perché considerato responsabile di nuove elezioni, se dicesse no alla Merkel.

Da quattro mesi e quasi due settimane la Germania non riesce a formare il nuovo governo. Dopo il sì di stretta misura dei delegati socialdemocratici al congresso straordinario (21 gennaio, a Bonn), è ripreso il dialogo tra Martin Schulz e Angela Merkel, ma si attende il referendum tra i tesserati dell’Spd, e ci vorrà ancora un po’. Gli Jusos, i giovani del partito, hanno organizzato un reclutamento in massa per aumentare i no alla nuova Große Koalition, una scelta suicida. Ma la direzione ha avvertito: potranno votare quanti si iscriveranno prima del sei febbraio. Qui non si tollerano le primarie all’italiana, dove vota chiunque.

Ma l’ostacolo più difficile rimane l’accoglienza. Quanti profughi accettare ogni anno? E si può mettere un tetto alle riunioni familiari? L’accordo già raggiunto, e che l’Spd rimette in discussione, non era male: da 180 a 220mila profughi all’anno, da aumentare in situazioni di emergenza. E autorizzare mille riunioni al mese, ma i parenti da accogliere potrebbero essere da 3mila a 5mila ogni 30 giorni. Accogliere le richieste anche di quanti non hanno ottenuto l’asilo, ma sono solo geduldet, tollerati? Sì, ma per un periodo di due anni. E a tutti è evidente che poi in realtà resteranno per sempre. Una moglie di troppo a Pinnenberg farà aumentare i voti dei populisti?

.

Non tutti in Parlamento sono favorevoli al ricongiungimento familiare per i musulmani

Per gentile concessione di Italia Oggi

Print Friendly, PDF & Email