Leider ist der Eintrag nur auf Italienisch verfügbar. Der Inhalt wird unten in einer verfügbaren Sprache angezeigt. Klicken Sie auf den Link, um die aktuelle Sprache zu ändern.

© il Deutsch-Italia

Il professor Salvatore Settis, direttore del Consiglio scientifico del Museo del Louvre, nonché archeologo e storico di fama internazionale, parteciperà mercoledì 9 maggio alla conferenza organizzata dall’Istitituto italiano di Cultura di Monaco di Baviera dal titolo: Lo „stato dell’arte“: il patrimonio artistico, il museo e la città.

La conferenza, che si svolge nel quadro dell’“Anno europeo del patrimonio culturale“, vedrà il professore intervenire su diversi temi, fra cui l’importanza delle immagini nella storia culturale europea, la tutela del patrimonio, il rapporto tra ricerca e musealizzazione.

L’ingresso è libero, ma la prenotazione è obbligatoria presso www.iicmonaco.esteri.it

Organizzatore: Istituto Italiano di Cultura Monaco di Baviera, in collaborazione con „Forum Italia e.V.“

 

Per ulteriori informazioni

Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8, 80336 Monaco di Baviera
Maria Cristina Salati, Tel.: 089/74 63 21-28 (9 –14 h); culturale.iicmonaco@esteri.it

 

Salvatore Settis è uno dei più importanti archeologi e storici italiani. Nato nel 1940 a Rosarno (Reggio Calabria) è da annoverare tra i più importanti studiosi del nostro tempo negli ambiti dell’archeologia e dell’arte antica. Dopo essere è stato direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa dal 1999 al 2010, e dopo aver collaborato con alcuni dei più importanti musei a livello mondiale (Getty Research Institute, Museo del Prado), dirige attualmente il Consiglio Scientifico del Louvre.

Fra le sue ultime opere ricordiamo Paesaggio Costituzione cemento. La battaglia per l’ambiente contro il degrado civile (Torino, Einaudi 2010); Azione Popolare. Cittadini per il bene comune (Torino, Einaudi 2012); Se Venezia muore (Einaudi 2014); Costituzione! Perché attuarla è meglio che cambiarla (Einaudi 2016); Architettura e democrazia. Paesaggio, città, diritti civili (Einaudi 2017); Cieli d’Europa. Cultura, creatività, uguaglianza (UTET 2017).

 

Print Friendly, PDF & Email